logo policologna nuovo (3)

Via Guglielmo Marconi 4   | Cologna Veneta (VR)

logo policologna nuovo (3)
logo policologna nuovo (3)

facebook
instagram

facebook
instagram

ORARI DI APERTURA:

ORARI DI APERTURA:

INFORMAZIONI:

dott.ssa rachele vaia (37)

INFORMAZIONI:

Lun - Ven

dalle 9:00 alle 12:00 e dalle 14:00 alle 19:00

Tel. 0442 411 115
Cell. 349 24 74 912

Cell. medicina estetica 377 59 54 850 

info@policologna.it

Tel. 0442 411 115
Cell. 349 24 74 912

Cell. medicina estetica 377 59 54 850 

info@policologna.it

Lun - Ven

dalle 9:00 alle 12:00 e dalle 14:00 alle 19:00

Policologna srl Via Guglielmo Marconi 4  
37044 Cologna Veneta (VR) 

 

Direttore Sanitario Dott. Diego Gaspari
CF & P.IVA 04158050239

 

Policologna srl Via Guglielmo Marconi 4  
37044 Cologna Veneta (VR) 

 

Direttore Sanitario Dott. Diego Gaspari
CF & P.IVA 04158050239

 

www.policologna.com @ All Right Reserved 2022 | Sito web realizzato da Flazio Experience 

www.policologna.com @ All Right Reserved 2022 | Sito web realizzato da Flazio Experience 

Contattaci su Whatsapp :

Contattaci su Whatsapp :

PRP IN ANDROLOGIA

tw-12

 

Plasma Ricco di Piastrine (PRP) e andrologia: cosa c'è da sapere

L’utilizzo del concentrato piastrinico (PRP – plasma ricco di piastrine)  per disfunzione erettile è ormai considerato un trattamento piuttosto efficace. Nel recente congresso ESSM 2019 è stata valutata efficacia e sicurezza del PRP come terapia del Deficit Erettivo per problemi di erezione. Quasi 300 pazienti affetti da deficit erettivo sono stati sottoposti ad infiltrazioni di PRP o Plasma Piastrinico.

Sono stati valutati l’ IIEF5 e GAQ and SEP questions. Al termine del ciclo di infiltrazioni è stato rilevato un incremento del punteggio IIEF e quindi migliori erezioni e grado di soddisfazione globale per il trattamento.

Non sono stati riscontrati né alcuna correlazione con l’età, né alcun effetto collaterale. Il trattamento con PRP o plasma piastrinico si è dimostrato quindi un valido trattamento per il ringiovanimento del pene e miglioramento del deficit erettile. 

Inoltre può essere utilizzato con successo anche nel trattamento della malattia di La Peyronie. La terapia consiste in un ciclo di 4 infiltrazioni con intervallo di 2 settimane per ogni infiltrazione.

L’infiltrazione di PRP o Plasma Piastrinico viene effettuata in anestesia locale, circa 6 ml di PRP sono infiltrati dentro la placca peniena.

Tutti i pazienti in esame dello studio hanno effettuato 10 infiltrazioni. e il periodo osservazione è durato 6 mesi. La riduzione di curvatura peniena è stato osservata dal 22 percento al 50% dei pazienti trattati, mentre la placca peniena si è ridotta di dimensioni nel 50% dei pazienti trattati, ammorbidimento della placca fino al 60% dei pazienti.

L’ IIEF pe valutare la funzione erettile ha rilevato un miglioramento della funzione erettile nel 56% dei pazienti. Tutti i risultati sono stati statisticamente significativi e la terapia non ha determinato effetti collaterali.

 

 

Che Cos’è: il PRP (plasma ricco di piastrine)

E' un potente concentrato di fattori di crescita in grado di stimolare la rigenerazione dei tessuti. Si ottiene grazie a una tecnica che prevede la centrifugazione del sangue autologo (cioè prelevato dallo stesso paziente) all’interno di un processo che termina con la produzione di una parte di plasma ad alta concentrazione di piastrine.

 

A cosa serve

Per uso non trasfusionale, il concentrato di piastrine così ottenuto, è utilizzato da molti anni, con successo, come rigenerante di tessuti danneggiati ad esempio in chirurgia maxillo-facciale e odontostomatologica, in oculistica, in andrologia e nella terapia di ulcere cutanee croniche.

 

 

Autorizzazioni e idoneità

 E' importante sottolineare che, per poter eseguire tale terapia, la struttura deve possedere l’autorizzazione all’utilizzo di emoderivati. Il PRP,  anche definito gel di piastrine (gdp), in base alla normativa nazionale attualmente vigente può essere preparato solo nei servizi trasfusionali (ST).  Policologna centro medico specialistico è autorizzato ad effettuare i trattamenti di PRP dalla regione Veneto, in particolare dall'ULSS 9.

 

Rischi per il paziente

 Il trattamento con PRP non presenta effetti collaterali, cionondimeno una preparazione impropria e non conforme ai requisiti di qualità e sicurezza imposti dalla normativa di riferimento può rappresentare un rischio per il paziente. Un procedimento di lavorazione inadeguato potrebbe esporre al rischio di contaminazione batterica e/o infezioni.

dott.ssa rachele vaia (37)
dott.ssa rachele vaia (37)
dott.ssa rachele vaia (37)

LICHEN SCLERO ATROFICO

DISFUNZIONE ERETTILE

MALATTIA DI LA PEYRONIE

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder