top of page

Perchè fare il PRP nel viso

La PRP al viso è una tecnica che utilizzata dalla medicina estetica per contrastare l’invecchiamento delle cellule dell’epidermide. Consente inoltre di avere risultati ottimali e duraturi nel tempo. E’ una tecnica adatta sia agli uomini che alle donne che vogliono ringiovanire il proprio aspetto.

A differenza della chirurgia plastica, la medicina estetica risulta essere molto meno invasiva e di conseguenza meno stressante per il paziente, inoltre questa tecnica non provoca dolore al paziente.

La PRP al viso è conosciuta anche come lifting del vampiro ed è una tecnica completamente naturale perché viene utilizzato il plasma prelevato direttamente dal paziente. Ma ora vediamo nel dettaglio come funziona questa tecnica innovativa e non invasiva.

Cos’è il PRP al viso?

PRP significa plasma ricco di piastrine, questa tecnica è sempre più utilizzata al posto del classico lifting con acido ialuronico perché risulta essere completamente naturale.

La PRP si esegue prelevando una quantità pari a 20ml di sangue direttamente dal paziente. Il sangue successivamente sangue viene centrifugato in modo tale da separare i globuli bianchi e i globuli rossi dalla parte liquida contenente le piastrine. Una volta che le due parti sono separate, quella contenente le piastrine viene prelevata per aggiungerci una soluzione di calcio gluconato.

L’aggiunta della soluzione provoca la rottura delle piastrine e il risultato che si ottiene è chiamato pappa piastrinica o gel piastrinico. Una volta che la Prp è pronta sarà possibile iniettarlo nel derma del viso del paziente. La pappa piastrinica permette, sfruttando le caratteristiche delle piastrine, di curare la pelle in ogni momento dell’anno, anche in estate.

Le piastrine infatti sono fondamentali per l’organismo umano. Sono prodotte all’interno del midollo osseo e servono per la riparazione dei tessuti. Infatti questa tecnica si può definire per l’appunto anti-age grazie alle proprietà delle piastrine.

Il PRP è una tecnica utilizzata sul viso, ma si è riscontata molto valida anche per le patologie che interessano i capelli.

Come avviene la PRP

Come anticipato la PRP si esegue prelevando 20 ml di sangue dal paziente per poi re-iniettarlo del derma del viso. Le piastrine che successivamente vengono iniettate, come avviene in ogni trasfusione, derivano dal sangue del paziente e non da fonti esterne.

La PRP al viso è una procedura svolta in ambulatorio senza bisogno di ricorrere all’anestesia. Le iniezioni di gel piastrinico avvengono tramite un ago piccolissimo di soli 4mm nelle zone interessate. E’ possibile inoltre svolgerlo sull’intero volto.

La procedura dura in totale 60 minuti e le prime sedute è consigliabile svolgerle settimanalmente. Per ottenere risultati ottimali è consigliabile sottoporsi al trattamento a distanza di tre mesi, per poi potersi sottoporre alla seduta solamente una volta ogni tre anni.

Per cosa è usata la PRP al viso?

La PRP al viso è utilizzata per migliorare le aree del viso che sono maggiormente soggette ai segni della vecchiaia come:

  • Occhi

  • Contorno occhi

  • Guance

  • Pieghe del collo

Grazie al suo potere di curare la pelle è anche utilizzata per migliorare le zone soggette e segni, cicatrici o ulcere. Il risultato è visibile già dai primi giorni. La pelle infatti risulterà sin da subito più elastica, tonica, turgida e giovane.

Lo scopo del trattamento è sicuramente di origine estetico, ma è anche utilizzato per ripristinare le condizioni originali della pelle donandole una texture più fresca.

Controindicazioni ed effetti collaterali

Essendo una tecnica completamente naturale la PRP al viso non possiede nessuna controindicazione. Inoltre il sangue prelevato è del paziente e questo riduce a zero la possibilità di incorrere ad allergie o ad infezioni incrociate derivate dall’utilizzo di materiale di origine animale.

L’unico effetto che si riscontra dopo il trattamento è la formazione di piccoli lividi e gonfiore intorno alla zona trattata. Questo però andrà via nel giro di qualche giorno senza compromettere la quotidianità del paziente.

Quanto durano gli effetti della PRP al viso?

A differenza del filler, la soluzione contenuta nella PRP del viso viene assorbita dal corpo e di conseguenza utilizzate per la rigenerazione cellulare, nel giro di qualche giorno.

Si è riscontrato, dopo uno studio dei pazienti che si sono sottoposti al trattamento di PRP che i risultati significativi sono visibili entro sei  o nove mesi dall’ avvenuta serie di trattamenti.

Costi PRP al viso

I prezzi per la PRP al viso sono nettamente inferiori rispetto alla chirurgia plastica, questo perché:

  • Non è una tecnica invasiva

  • Non c’è bisogno di un equipe medica

  • Non è necessaria anestesia

Tutti questi fattori sono responsabili dei costi alti della chirurgia plastica. La medicina estetica e in particolare il PRP ha prezzi più bassi ed accessibili a tutti.

Una seduta di PRP al viso infatti oscilla dai 300 ai 350 euro.

La PRP risulta quindi essere una valida alternativa a chi vuole ottenere un aspetto più giovane e migliorare l’aspetto della ma non vuole sottoporsi ad un intervento chirurgico invasivo.



68 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page